A proposito di jazz – ” Una fresca ventata di buon jazz italiano”

Guidi, Petrella, Sclavis, Cleaver – “Ida Lupino” – ECM 2462
Ecco il lavoro vincitore del premio come “miglior album italiano 2016” nell’annuale “Top Jazz”. La cosa, ovviamente, non stupisce vista la qualità dei musicisti impegnati: Giovanni Guidi al pianoforte, Gianluca Petrella al trombone, Louis Sclavis al clarinetto e Gerald Cleaver alla batteria, quindi un quartetto senza contrabbasso quale ancoraggio armonico, ruolo che solo di rado viene ricoperto dal pianoforte. L’album si inserisce di diritto nel solco della musica improvvisata nel senso che, ad eccezione di “Per i morti di Reggio Emilia” di Fausto Amodei, “Ida Lupino” di Carla Bley , e “La Terra” di Guidi e Petrella, tutti gli altri brani sono il frutto di improvvisazioni scaturite nello studio di registrazione, senza alcunché di scritto. Il risultato è davvero straordinario: i quattro si intendono a meraviglia e se non fosse stato lo stesso Guidi a spiegare che la maggior parte dei brani sono stati improvvisati in studio, si sarebbe propensi a intravvedere in queste esecuzioni una scrittura più vasta e pervasiva. Si ascolti, al riguardo, come il gruppo, riesca, in “Gato”, a rendere magnificamente un’atmosfera triste e compunta essendo il brano dedicato a Gato Barbieri che ci ha lasciati di recente (si ascolti con attenzione il fitto dialogo tra pianoforte e trombone chiuso da un conclusivo di Guidi dal sapore onirico di impostazione classicheggiante) mentre in “No More Calypso?” possiamo gustare un Louis Sclavis che ancora una volta si conferma uno dei migliori improvvisatori della scena musicale internazionale. Ovviamente superlativa anche l’interpretazione dei brani “scritti”: esemplare, al riguardo, l’eleganza con cui è presentata la ben nota composizione di Carla Bley che dà il titolo all’album e la trasformazione di “Per i morti di Reggio Emilia” da canzone folk-politica a brano jazz altamente coinvolgente con un Petrella superlativo.

vai all’articolo completo…

Categories: Home page, Rassegna